GOSSIPRISPOSTECOMMENTICHI SIAMOAVATARPRIVACY
   
 

Giovedì 18 ottobre 2018

Fiere & Eventi > Dal 25 al 27 ottobre la nona edizione di TriestEspresso Expo...

Anche per questa edizione di TriestEspresso, tra i 200 espositori previsti, ci saranno numerose realtà della filiera del vending. Per questo Fantavending sarà presente e offrirà ai suoi lettori un breve reportage dell'evento.
TriestEspresso Expo, organizzata dalla Camera di Commercio Venezia Giulia in collaborazione con l’Associazione Caffè Trieste, si svolgerà nei suggestivi magazzini del Porto Vecchio di Trieste, l’antico scalo portuale della città, e nella Centrale Idrodinamica, un’icona di archeologia industriale. Ambienti evocativi della lunga storia e competenza della città nel comparto caffeicolo, dal momento che quando il caffè iniziò a diffondersi davvero nella “Vecchia Europa” approdò anche a questi moli. Marchi di riferimento fra cui i crudisti, le torrefazioni, i produttori di macchine da caffè, di impianti per la torrefazione, di macinadosatori e macinacaffè, ma anche di accessori e servizi. Una vetrina dei migliori prodotti made in Italy, ma non solo, che si completa con un programma di eventi collaterali focalizzato principalmente sull’alta formazione...

EVOCA Group > Menzione speciale nell’ambito del premio “Eccellenze d’impresa”...

EVOCA Group, leader mondiale nella produzione di macchine professionali per il caffè, ha ricevuto una menzione speciale nell’ambito del premio “Eccellenze d’impresa”, per il notevole processo di internazionalizzazione degli ultimi anni. Il premio, giunto alla quinta edizione, è articolato in più categorie di premiazione e vuole dare grande evidenza alle imprese eccellenti nel campo dell’innovazione, dell’internazionalizzazione, della capacità reddituale, delle risorse umane e dei talenti, della leadership, di etica e sostenibilità.
L’attribuzione del premio viene fatta dopo un percorso di selezione che individua le aziende più meritevoli attraverso un esame rigoroso compiuto da un Gruppo di Lavoro congiunto fra le tre società promotrici (HBR, GEA e ARCA) e quindi mediante una votazione finale da parte della prestigiosa Giuria del Premio (Gabriele Galateri, Presidente di Assicurazioni Generali, Patrizia Grieco, Presidente di Enel, Raffaele Jerusalmi, Amministratore delegato di Borsa Italiana, Luisa Todini, Presidente di Todini Costruzioni Generali, Marco Fortis, Direttore di Fondazione Edison).
La giuria del Premio ha attribuito una menzione speciale internazionalizzazione al Gruppo Evoca in quanto “leader mondiale nella produzione di macchine professionali per il caffè in tutti i settori dell’Out of Home. La forte crescita del fatturato, ad oggi superiore ai 450 milioni di Euro, è frutto sia di crescita organica che di numerose acquisizioni, tra cui in Italia quelle di Saeco, Gaggia e Ducale. La presenza all’estero è rafforzata anche dalle 3 sedi produttive in Romania, Canada e Spagna, che si affiancano alle 6 presenti in Italia. Il Gruppo ha, inoltre, in previsione un'ulteriore espansione che avverrà̀, in particolare, nei mercati asiatici emergenti e negli Stati Uniti."
Andrea Zocchi, Amministratore Delegato di EVOCA ha ritirato il premio nel corso dell’evento organizzato ieri, lunedì 15 ottobre, presso Palazzo Mezzanotte a Milano.
“Sono molto orgoglioso di aver ricevuto questo riconoscimento che è una dimostrazione dell’ottima strategia di espansione e sviluppo che stiamo perseguendo. Siamo un’eccellenza italiana che porta la qualità del caffè in tutto il mondo e questo premio ne è un’ulteriore conferma”, dichiara Andrea Zocchi, Amministratore Delegato di EVOCA Group. “Tramite la nostra espansione internazionale e lo sviluppo di una presenza diretta su tutti i mercati, siamo in grado di offrire prodotti e servizi in linea con le aspettative dei nostri clienti, continuando a divulgare la tecnologia del caffè espresso nel mondo”.

 

Mercoledì 17 ottobre 2018

Il Governo vara la Legge di Bilancio, dubbi sulla proroga dell'Iperammortamento...

L'impresa 4.0 è per ora il grande assente nella nuova Legge di Bilancio, nonostante i molti annunci, non c'è di fatto nessun cenno nella nota del Governo alle misure del piano Impresa 4.0. Manca infatti, ad oggi, qualunque riferimento al potenziale rinnovo di super e iper ammortamento e al credito d’imposta per la formazione 4.0.
Bisogna però ricordare che alcune indiscrezioni raccolte dal Sole 24 Ore, sostengono che nei testi definitivi della manovra 2019 salterebbe il rinnovo del superammortamento, assorbito dalla mini Ires, mentre resterebbe il rinnovo dell’iperammortamento, anche se, rispetto a quanto era filtrato in precedenza, le nuove aliquote dovrebbero essere riviste al ribasso. Vi terremo tempestivamente informati sulle novità...

Lobbying italiano > Confida porta EVA al tavolo della plastica in Europa...

Un esempio di lobbying italiano che funziona... Negli ultimi mesi CONFIDA sta svolgendo un ruolo importante a livello europeo a difesa del settore in relazione alla proposta di Direttiva sui Prodotti di Plastica Monouso che prevede l'abolizione delle palette di plastica entro pochi anni e politiche per la riduzione dei bicchieri monouso.
Per fortuna che la nostra associazione, all'interno del Consiglio di EVA, è riuscita a mettere d'accordo le posizioni spesso divergenti dei rappresentanti del vending dei vari Paesi europei (anche se qualcuno rema ancora contro) e sostenere una posizione comune che richiede di essere esclusi dalla Direttiva in quanto si tratta di un settore che opera al 97% all'interno di locazioni (aziende, ospedali, scuole e università) dove è già operativa la raccolta differenziata dei rifiuti e che quindi la plastica del vending non ha alcuna possibilità di inquinare i mari, il cui salvataggio è l'obiettivo primario della Direttiva.
CONFIDA ha svolto una serie di incontri con molti parlamentari europei italiani per spiegare le caratteristiche del settore della distribuzione automatica e ha promosso, insieme a Corepla e Unionplast il progetto RiVending, un circuito chiuso di recupero e di riciclo della plastica di bicchieri e palette.
Ieri è stato ottenuto un primo risultato importante di questa attività di lobbying. Grazie ai rapporti con diversi Parlamentari Italiani e in particolare all'On. Elisabetta Gardini promotrice dell'evento, è riuscita a far includere l'associazione europea EVA nel panel organizzato dai partiti Popolare e Socialista Europeo relativo al riciclo della plastica che si propone di modificare la legge.
Finalmente qualcuno del settore si siede in un tavolo che conta e può far sentire anche la nostra voce. Troviamo quantomeno bizzarro che sia l'Italia e non altri a muoversi a Bruxelles, ma "a can donato non si guarda in bocca". Intanto portiamo a casa il risultato...

#BARCOLANA50 > Gruppo Illiria si classifica al 102° posto su 2689 imbarcazioni...

A gonfie vele. Così è andata la 50a edizione di Barcolana per Gruppo Illiria che, per la prima volta, ha partecipato con una propria imbarcazione brandizzata: “Lady B”, dell’armatore Mauro De Peitl, si è classificata al 102° posto. Decisamente un ottimo piazzamento tra le 2.689 barche partecipanti alla regata più amata d’Italia.
Non solo: Gruppo llliria ha vissuto la Barcolana fianco a fianco dei vincitori, proprio nell’area hospitality del Fast & Furio Sailing Team, l’invincibile squadra capitanata dai fratelli triestini Benussi che anche quest’anno hanno tagliato per primi il traguardo a bordo di Spirit of Porto Piccolo.
Nella splendida terrazza vista mare installata per l’occasione proprio sul Molo Audace, Illiria ha offerto il caffè agli ospiti di Fast & Furio: oltre 3.000 Nespresso che nel pomeriggio accompagnavano le speciali degustazioni con i distillati di Bepi Tosolini, storica azienda friulana che produce grappa e amari.
Durante le giornate precedenti alla regata di domenica, i clienti di Illiria hanno potuto veleggiare a bordo di Lady B godendo del panorama della città e del golfo di Trieste che nella settimana della Barcolana diventa capitale del mare e della vela, uno spettacolo per appassionati e non.

 

Martedì 16 ottobre 2018

I mini market automatici cinesi riscuotono l'interesse delle grandi catene GDO....

Il settore della distribuzione automatica è sempre in movimento, soprattutto fuori dai confini del vending tradizionale. Sta facendo ad esempio furore Bingobox, una startup cinese capace in pochissimo tempo di aprire 300 punti vendita in 30 diverse città. Sono tutti mini market senza presidio, ai quali si accede attraverso un codice QR personale. Si vendono dai 400 agli 800 prodotti, sono aperti h24 - 7/7 ed è possibile interagire con gli addetti alla vendita solo attraverso una chat o un collegamento video. Attualmente Bingbox gestisce gruppi di 40 punti vendita con solo 4 dipendenti. Recentemente Auchan ha deciso di collaborare con la startup e valutare la potenzialità di questa particolare format di vendita... Sarà questo il punto d'incontro tra DA e GDO?

Coca e marijuana, un abbinamento che fa riflettere il mondo del beverage...

Un recente lancio di Agenzia (ANSA) ha confermato l'indiscrezione uscita a settembre che Coca Cola stia lavorando ad un drink che contiene marijuana. Tutto deriva da una nota emanata dal colosso delle bibite USA che ha spiegato come stia "studiando da vicino" il possibile impiego di una sostanza non psicotropa della cannabis come ingrediente di un nuovo prodotto mirato al benessere.
La bevanda avrebbe quindi al suo interno il cannabidiolo, una sostanza che ha tra le sue proprietà ha effetti rilassanti, antiossidanti e antinfiammatori. Coca Cola afferma di lavorare al progetto con la società canadese Aurora Cannabis...

E' evidente che il grande successo del segmento cannabis light ha infine fatto muovere anche i colossi del beverage. Al di là della delicatezza della tematica, alla fine contano di più i numeri...

 

Lunedì 15 ottobre 2018

Il tragico rapporto di mille a uno tra politiche di lobby e ristorni vending…

Non so se condividete con me il grande fastidio di assistere quotidianamente ai continui soprusi nei confronti del settore della distribuzione automatica. Ormai con grande regolarità l’elenco delle vessazioni continua a crescere e ogni settimana c’è un’ampia scelta in materia: lotta all’obesità infantile, normative sulla plastica monouso, corrispettivi, possibile aumento IVA, cibo spazzatura, Antitrust, nessuna difesa su furti e vandalismi, ecc. ecc… tutti temi che hanno una sola cosa in comune, il vending è il naturale bersaglio designato dalle Istituzioni e dai media.

La ragione principale di questa situazione, probabilmente risiede nel fatto che contiamo poco nei salotti buoni della politica italiana e non è un problema che si può risolvere così su due piedi. Fare lobby è un lavoro difficile e impegnativo, lontanissimo dalla credenza popolare che lo vede solo come un “arruffianarsi qualche politico giù a Roma”, ma che invece necessità conoscenze, grandi competenze e soprattutto poter contare su solidi investimenti.

Negli ultimi 10 anni i soldi destinati dal vending a politiche di lobby raggiungeranno con grande fatica una cifra pari a qualche centinaio di migliaia di euro, mentre nello stesso tempo le compagnie di gestione hanno praticamente inventato e fatto prosperare il fenomeno del ristorno, investendo negli ultimi 10 anni diverse centinaia di milioni di euro… Un rapporto di mille ad uno che appare totalmente inspiegabile.
Si pagano cifre folli per lavorare (è un controsenso) e non si spende niente per difendersi?

Anche qui la spiegazione è probabilmente determinata dal fatto che nel settore vige ancora la “logica del cassetto” o delle battute prima di tutto. Una primordiale esigenza di pensare solo all’oggi e di spendere soldi solo per cose immediatamente visibili e quantificabili. Un’evidente miopia strategica di cui continuiamo a pagare un prezzo sempre più alto.

Non sarebbe il caso di invertire la tendenza, smetterla di distruggere i conti economici delle imprese del vending per inseguire locazioni in perdita e iniziare a pensare al bene comune?

Attendo i vostri commenti…


Evoca Group ha presentato Breasy al Mastercard Innovation Forum 2018...

Dal 9 al 10 ottobre, presso l’Università Bocconi di Milano, si è tenuta una due giorni dedicata all’evoluzione dell’ecosistema digital&payment. Si tratta del Mastercard Innovation Forum 2018, un’occasione per approfondire le nuove sfide del mercato e presentare le ultime innovazioni tecnologiche al servizio di consumatori, partner e retail volte a rendere i pagamenti più accessibili, veloci e sicuri. 
In particolare, Evoca Group ha presentato Breasy, un'unica app di pagamento per tutti gli operatori sviluppata dal brand Newis in collaborazione con Mastercard, che cambia il modo di fare acquisti nel mondo del Vending. 
Durante l'evento i visitatori hanno infatti potuto concedersi un break “digitale” grazie ad alcuni distributori automatici Necta installati nell’area demo. Basta avere uno smartphone e il gioco è fatto: una volta scaricata l’app, disponibile a breve per piattaforma Android e iOS, l’utente può selezionare i prodotti semplicemente con un tap sullo schermo del proprio dispositivo. Breasy gestisce in modo intelligente le code, inviando una notifica direttamente al cliente quando è il proprio turno. Infine, grazie alla collaborazione con Mastercard, l’app offre una soluzione alternativa al pagamento cash. L’utente può infatti registrare la propria carta per effettuare velocemente il pagamento in prossimità dei distributori automatici: la transazione è garantita dalla piattaforma Masterpass by Mastercard che permette di fare acquisti online in tutta sicurezza con qualsiasi carta di pagamento. 

 

Venerdì 12 ottobre 2018

SPECIALE CONCESSIONI VENDING
A che punto siamo con il Principio di Rotazione e le Nuove Linee Guida nr. 9
(un articolo dell'Avv. Andrea Netti e Avv. Cristina Brasca)

Continuano ad arrivare al nostro sito richieste di informazioni sul principio di rotazione e su altri aspetti delle nuove linee guida introdotte dall'ANAC a distanza soli due anni dall’entrata in vigore del Codice degli Appalti e delle Concessioni (d.lgs. 50 del 2016 ss.).
Per fare il punto della situazione, D.A. Italia ha chiesto allo studio ADR (il più preparato in Italia su questa specifica materia) di realizzare un articolo che chiarisse i punti principali sulle novità riguardanti le concessioni vending.
Pubblichiamo integralmente il PDF che può servire come un importante punto di riferimento informativo per i gestori...

Coca Cola > lo stop alle bevande nei licei parte da Slovacchia e Repubblica Ceca...

Coca Cola ha annunciato che dall'inizio dell'anno scolastico ha limitato l'offerta di bevande gasate zuccherate in tutti i distributori automatici posizionati all'interno delle scuole secondarie in Slovacchia e Repubblica Ceca. Diventa quindi realtà un'iniziativa che fa parte degli impegni volontari assunti dall’Unesda per far desistere l’Unione europea dall’adottare un regolamento in materia. L’accordo di autoregolamentazione è valido soltanto per le bevande gassate, che saranno fornite alle scuole soltanto se a basso contenuto calorico o senza zuccheri aggiunti. A regime l'operazione di rimozione dovrebbe riguardare circa 40 milioni di studenti e 50mila scuole secondarie in tutta l’UE.

L'ennesimo "sacrificio di pedone" che tocca solo il vending e che non si capisce come sarà applicato, visto che i distributori sono di proprietà dei gestori non di Coca Cola o di qualche altra marca del beverage e quindi decideranno loro cosa mettere o togliere...

 

Giovedì 11 ottobre 2018

Industria 4.0 > ottimi riscontri per l'evento organizzato da Trivending...

Numerosi gestori veneti hanno partecipato all'evento: "Industria 4.0 - La tecnologia al servizio delle società di gestione e del consumatore", organizzato da Trivending in collaborazione con Coges, Bianchi Vending e Lavazza.
L'argomento è di grande attualità e c'è moltissimo interesse nel settore, anche se alcuni gestori sono ancora preoccupati dell'impatto sulla propria struttura di un salto tecnologico di questa portata.
Ben venga quindi un incontro che non parla solo dall'incentivo del 250%, ma propone una visione molto chiara di volersi dotare degli strumenti necessari a competere su un mercato che si evolve. Il futuro del vending va inevitabilmente nella direzione dell'industria 4.0 e quindi è evidente che le aziende devono iniziare a prepararsi al cambiamento, tanto meglio se lo fanno nella finestra temporale dell'iperammortamento. C'è comunque la consapevolezza che ogni evoluzione tecnologica è possibile con il giusto livello di investimento e di competenze per poterla rendere veramente utile alle gestioni.
Gli ottimi riscontri di questo primo evento hanno portato Trivending ad organizzarne un altro a Padova ai primi di novembre. Si avranno maggiori informazioni e dettagli nei prossimi giorni...

Chiusura Hag e Splendid > Tutti in piazza a Torino per un ultimo caffè...

Sono in tanti i lavoratori dello stabilimento di Andezeno (Torino), l’unico sito italiano dove si produce il caffè a marchio Hag e Splendid. Una settimana fa il gruppo Jacobs Douwe Egbert (Jde) ha deciso di avviare la procedura di licenziamento collettivo per investire maggiormente sul mercato estero. A partire dalle 10:30, i dipendenti hanno organizzato un presidio davanti alla sede del Consiglio regionale del Piemonte a Torino, per sollecitare una soluzione politica in tempi brevi. I lavoratori hanno distribuito caffè gratis a tutti i passanti di fronte Palazzo Lascaris. 

"Il significato dello sciopero - ha affermato un sindacalista presente all'iniziativa - è di berci insieme l’ultimo caffè italiano". E' per questo che è stato esposto lo striscione "Addio made in Italy".

 

Mercoledì 10 ottobre 2018

Obesity Day, riparte la crociata del Movimento 5 stelle contro il vending...

Oggi 10 ottobre si celebra l'Obesity Day, la campagna di sensibilizzazione nazionale per la prevenzione dell'obesità e del sovrappeso. E' chiaro che la politica non poteva non approfittare della giornata per offrire le sue perle di saggezza al popolo. Così Celeste D'Arrando, capogruppo M5S della commissione Affari Sociali alla Camera, ricorda a tutti che dalla conferenza stampa organizzata dall'Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica per l'Obesity Day, sono emersi dati sconcertanti: 115mila bambini tra gli 8 e 9 anni affetti da obesità...
Quali sono le soluzioni? Ecco la dichiarazione: "Siamo convinti che la risoluzione contro l’obesità infantile, attualmente in discussione in Commissione e di cui sono prima firmataria, sia un atto necessario per sensibilizzare il Paese su questo grave problema. Per iniziare questo percorso di educazione alimentare dobbiamo in primis proteggere i bambini dal cibo spazzatura e distribuire cibo sano all’interno dei distributori automatici nelle scuole".
Quindi l'allarme è serio e anche se il vending non ha nulla a che vedere con l'obesità infantile, rischiamo di pagare un conto salatissimo anche se innocenti...

Una curiosità... uno degli sponsor dell'iniziativa è Eridania, un fabbricante di zucchero. Siamo uno strano Paese...

Huhtamaki progetta saving per 30 milioni di euro...

Huhtamaky attraverso un comunicato pubblicato sul proprio sito internet (clicca qui), ha annunciato di considerare di chiudere e cancellare le linee di produzione non competitive. La performance finanziaria nel primo semestre 2018 è stata al di sotto delle aspettative e l'azienda intende intraprendere azioni concrete per migliorare la redditività.
La multinazionale stima che l'effetto di questi interventi ammonti a circa 30 milioni di euro.
Huhtamaky è uno dei leader europei di imballaggi e contenitori in plastica, bisognerebbe comprendere se questa azione è anche dettata dal clima molto pesante che si respira nel continente sulla plastica monouso, determinato dalle strategie europee in materia. Staremo a vedere...

 

Martedì 9 ottobre 2018

Illycaffè si allea con JAB per produrre e distribuire capsule in alluminio a marchio illy

Ieri mattina l'attesa conferenza stampa di Illy ha confermato le indiscrezioni che già giravano nel weekend, dopo che Bloomberg aveva anticipato la notizia. Illycaffè ha siglato con il colosso Jab una partnership per la produzione e la distribuzione di capsule in alluminio a marchio Illy.
L'Amministratore Delegato Massimiliano Pogliani ha smentito qualsiasi speculazione che questa operazione non sia altro che un primo step in attesa di una vendita e anzi ha precisato che: “Questo accordo dimostra che invece di essere mangiati dai grandi player è possibile fare accordi con loro”.
Anrea Illy ha rincarato la dose affermando che: "la famiglia vuole rimanere indipendente  altrimenti avremmo direttamente aperto l’equity, invece ci siamo battuti per fare un contratto di licenza con Jab”. Tutti ci vorrebbero ma noi non vogliamo, abbiamo un modello di impresa che è concepito per essere autonomo".
A partire dalla prima metà del 2019 Illycaffè entrerà quindi nel mercato delle capsule da caffè compatibili con Nespresso e si partirà proprio dal mercato italiano...

JDE continua lo shopping in Europa e si compra un gestore svedese...

Ormai le notizie di acquisizioni nel mondo del caffè si susseguono con allarmante rapidità, segno di una concentrazione di settore sempre più spinta e di un'attenzione sempre più forte anche al mondo delle gestioni, non solo a quelle delle caffetterie. L'ultimo colpo di mercato è ancora da parte di Jacobs Douwe Egberts (JDE) che ha acquisito JOBmeal, una società svedese leader nel caffè in ufficio in Scandinavia. L'operazione dovrebbe chiudersi entro fine anno.
George Schoof, General Manager di JDE Professional Nordics, ha dichiarato che: "l'aggiunta di JOBmeal alla nostra famiglia nordica ci consentirà di espanderci in Svezia e Finlandia. Insieme saremo più in grado di soddisfare le esigenze in evoluzione dei 
clienti a tutti i livelli, attraverso un'impronta davvero nordica".
Ormai tutte le acquisizioni di aziende che fanno anche i gestori vengono salutate con lo stesso principio: le vogliamo acquistare perché sono vicine ai consumatori finali. Ne vedremo delle belle anche in futuro...

Lunedì 8 ottobre 2018

Lone Star > Secondo Bloomberg, ha ricevuto manifestazioni d'interesse per Evoca

Nel 2016 Evoca Group è stato acquistato dal fondo di private equity Lone Star e, avvicinandosi i tre anni di proprietà, come di consueto, si inizia a parlare di una sua possibile cessione, soprattutto in un contesto in cui c'è grandissimo interesse per le aziende che orbitano nel comparto del caffè, basti pensare alle ultime operazioni miliardarie di Coca Cola, JAB Holding e Nestlè. Il primo ad aprire le danze è Bloomberg (clicca qui), che ha recentemente pubblicato un report in cui si afferma che Lone Star Funds ha ricevuto alcune manifestazioni di interesse per la vendita di Evoca Group per una valutazione potenziale di 1,5 miliardi di dollari. Secondo Bloomberg, sarebbero interessate all'acquisto sia fondi di private equity che aziende del settore alimentare.
Vi terremo informati sugli sviluppi...


Fenomeno! Ruba un distributore automatico a Parma e lo dà in comodato d'uso a Noceto

Certe notizie bisogna leggerle un paio di volte, prima di convincersi che raccontino fatti accaduti realmente... E' questo il caso di un furto di un distributore automatico a Parma, regolarmente denunciato dal titolare della locazione che, giorni dopo, passando da un bar di Noceto, località posta una ventina di chilometri ad ovest del capoluogo emiliano, riconosceva il distributore tranquillamente operativo all'interno del locale.
I Carabinieri giunti sul posto, hanno avviato le indagini che hanno subito rivelato come il distributore automatico sia stato dato in comodato d'uso al bar da un cinquantenne, poi denunciato per furto aggravato...

 

Venerdì 5 ottobre 2018

Nuova vita a bicchieri e palette del caffè. Parte a Parma il progetto RiVending...

L’economia circolare entra nel vending grazie al progetto RiVending, un ciclo virtuoso di recupero e riciclo di bicchieri e palette in plastica per distributori automatici voluto da CONFIDA, COREPLA e UNIONPLAST.
Il progetto nasce con l’idea di rendere ancor più sostenibile il riciclo dei bicchieri di plastica utilizzati nel vending creando un “ciclo chiuso” conforme alle richieste dell’Unione Europea nell’ottica di una efficiente economia circolare.
Il progetto pilota, patrocinato dal comune di Parma, è coordinato sul territorio da FLO e si svolgerà con la partecipazione di Molinari Buonristoro e GeSA, col supporto di Iren, azienda multiservizi che si occupa, anche per la provincia di Parma, del ciclo integrato di gestione dei rifiuti.
Ma come funzionerà RiVending? I consumatori dei distributori automatici, dopo aver gustato il proprio caffè, saranno invitati a buttare bicchierino e paletta in un apposito contenitore che permetterà di isolare il materiale plastico di cui sono fatti, dagli altri imballaggi in plastica. Questo contenitore avrà al suo interno un sacchetto di colore verde che sarà ritirato insieme al resto della raccolta differenziata da Iren, la società incaricata del servizio nella città di Parma.
Questo ciclo virtuoso di raccolta e riciclo dei bicchierini e palette del vending permetterà innanzitutto di semplificare il processo di selezione del materiale e di recuperare una plastica di altissima qualità e valore con cui si potranno creare nuovi prodotti. L’obiettivo finale a cui tende il progetto, è però quello di trasformare il bicchiere usato in un nuovo bicchiere creando così nel settore un’efficiente economia circolare.

Per leggere il comunicato stampa integrale clicca qui

Covim arriva nelle case degli italiani con circa 500 spot su RAI e Mediaset...

Covim continua a credere nella diffusione del proprio marchio a livello nazionale attraverso importanti investimenti in comunicazione televisiva. La campagna nazionale autunnale 2018 è partita il 23 settembre con la messa in onda di ben 272 spot in chiaro e in prime time sulle reti RAI.
Covim per questa nuova campagna nazionale ha deciso di rilanciare e investire anche sulle reti Mediaset, con oltre 209 passaggi, previsti nelle due settimane dal 7 al 13 e dal 21 al 28 ottobre.
Gli spot saranno tramessi durante trasmissioni molto popolari come: Grande Fratello VIP, Temptation Island, Le Iene show, Caduta libera, Beautiful, Verissimo, Il segreto e moltissimi altri programmi di successo.
La programmazione sulle reti RAI “on air” da due settimane, si concluderà il 17 novembre. Anche in questo caso le trasmissioni scelte da Covim sono di primissimo piano: i telegiornali della sera, il talk show di Fabio Fazio, l’Eredità, i Soliti ignoti, le fiction e i film in prima serata.
Con la campagna autunnale, Covim sfiora quota di 1.000 spot trasmessi nel 2018, dopo che in primavera sono andati in onda ben 459 passaggi in chiaro su RAI1, RAI2, RAI3, RaiNews e RaiPremium e, per la prima volta, c’è stata un’importante presenza pubblicitaria durante tutte le cinque giornate del Festival di Sanremo, uno dei principali eventi mediatici italiani.

 

Giovedì 4 ottobre 2018

Iperammortamento, corrispettivi e plastica monouso agli Stati Generali di Confida ...

Gli Stati Generali del vending, in calendario il 7 novembre a Roma, sono l’evento più importante per gli associati CONFIDA ed è un momento di rappresentanza con le istituzioni e di aggregazione per tutta la filiera.
La giornata avrà per focus tre temi molto importanti per il Settore: la presentazione del Piano Impresa 4.0 e in particolare l’applicazione del beneficio dell’iperammortamento ai distributori automatici, la discussione relativa alla recente proposta di direttiva europea sulla riduzione dell’utilizzo dei prodotti monouso di plastica e un confronto con l’Amministrazione Finanziaria per valutare i primi risultati dell’applicazione delle disposizioni del D.Lgs. 127/2015 sulla memorizzazione e trasmissione dei dati dei corrispettivi per le cessioni dai distributori automatici.

Questo ultimo tema è davvero importante perché, fin dall'adozione dei corrispettivi nel vending, è di fatto il primo confronto sulla loro concreta applicazione e sui dati effettivi che l'Agenzia delle Entrate ha ricevuto fino ad oggi. Vediamo se si farà luce sul "mistero dei dati negativi" che abbiamo affrontato in questi giorni...

Responsabilità Sociale > CDA presenta il suo impegno per l'agenda 2030...

Il Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale di Milano ha approfondito il tema dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, il programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU.
Proprio questo tema è al centro del secondo numero fresco di stampa de “La Čhìcare”, lo speciale progetto editoriale aziendale che racconta CDA e il suo impegno sul fronte della responsabilità sociale d’impresa. Il magazine è stato presentato dal CEO della società di distributori automatici friulana, Fabrizio Cattelan, intervenuto come relatore al Salone della CSR, tra esperti e operatori che hanno messo la sostenibilità al centro del loro agire quotidiano.
"CDA ha fatto della sostenibilità un driver strategico - dichiara Fabrizio Cattelan, CEO di CDA - con soddisfazione abbiamo portato il nostro contributo ai lavori di questo straordinario evento come impresa ben radicata nella comunità e nel territorio che opera concretamente per spingere i temi in cima all’agenda della sostenibilità. Abbiamo 12 anni di tempo per segnare i 17 goal dell’Agenda 2030 e siamo tutti chiamati a dare il nostro contributo, piccoli e grandi, aziende, famiglie e singoli individui, per realizzare un grande progetto comune. Il nuovo numero del nostro house organ spiega proprio come anche una PMI quale è CDA possa compiere un percorso importante per contribuire al raggiungimento di questi obiettivi".

 

Mercoledì 3 ottobre 2018

Coven ha presentato i suoi progetti di responsabilità sociale alla Bocconi di Milano...

La reputazione di settore è una cosa di grande importanza per il vending italiano. L'intero comparto ha bisogno di essere conosciuto ed apprezzato per le iniziative e i progetti di valore che riesce a sviluppare, sfuggendo così a vecchi stereotipi, duri a morire, che i media sono purtroppo abituati a pubblicare...
Per questo la presenza di un soggetto importante come il Consorzio Coven (i numeri aggregati lo collocano come secondo gruppo di gestione italiano) all'Università Bocconi di Milano, per partecipare al più importante evento in Italia dedicato alla sostenibilità, il "Salone della CSR e dell’innovazione sociale”, sono un bel segnale per tutto il settore.
Mario Toniutti e Massimo Ferrarini sono stati invitati nel prestigioso Ateneo Lombardo per illustrare le molte attività e progetti concreti del consorzio in tema di responsabilità sociale.



Confida > Il campione italiano di caffè celebra al DA l’International Coffee Day...

“La bontà di un caffè prescinde dalla macchina che usiamo per farlo. Non a caso ho scelto di celebrare l’International Coffee Day proponendo una degustazione di caffè preparati al distributore automatico: le nuove tecnologie sono una garanzia di qualità”. Parola del campione italiano di Caffè Filtro Alessandro Galtieri che il 1°ottobre, negli spazi di palazzo Bovara a Milano, ha tenuto una lezione pubblica per spiegare come preparare un caffè a regola d’arte e come coniugare la qualità con le nuove tecnologie della distribuzione automatica. L’appuntamento è stato organizzato da CONFIDA con Altoga e Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza.
“La scelta del caffè, la qualità dell’acqua e la regolazione e manutenzione della macchina sono i fattori principali da tenere in considerazione per preparare un buon caffè” ha spiegato il 49enne bolognese, trainer SCA tra i massimi esperti di caffè pregiati e prossimo finalista ai Mondiali del Caffè a Belo Horizonte.

 

Martedì 2 ottobre 2018

Lavazza investe nell'OCS e nel vending acquisendo il business di Mars Drinks...

Da mesi stiamo insistendo nel dire che le grandi torrefazioni stanno guardando al vending con interesse e che, dopo le caffetterie, sarebbero iniziate le prime operazioni sulla distribuzione automatica... Ed ecco che il Gruppo torinese ha siglato un accordo per Mars Drinks. L’acquisizione comprende i business delle macchine ‘tabletop’ Flavia e dei distributori automatici freestanding Klix.
Una nota della societài precisa che a seguito di quest’operazione Lavazza, in linea con la propria strategia di rafforzamento a livello internazionale, acquisirà i business caffè di Mars in Nord America, Germania, Uk, Francia, Canada e Giappone, i relativi sistemi e gli stabilimenti di produzione in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.
"L'operazione s'inserisce perfettamente nella nostra strategia di espansione internazionale e di rafforzamento nei mercati chiave, con l'obiettivo di essere ancora più vicini al consumatore finale", commenta Antonio Baravalle, CEO di Lavazza. "L'acquisizione - prosegue - ci consente di rafforzarsi nei segmenti Ocs e Vending, che presentano ancora importanti spazi di crescita e sviluppo".
Non vogliamo fare gli indovini, ma adesso la palla passa a JDE. Riteniamo più che possibile una loro risposta...

Sponsorizzazioni sportive > presentato in Gedac il giovane talento USA di Pistoia...

C'è un rapporto molto stretto tra il basket e il vending italiano, con diverse gestioni in prima fila nella sponsorizzazione di importanti squadre di pallacanestro. Da quest'anno anche Gedac ha iniziato la sua avventura nel campionato di serie A, entrando nel consorzio degli sponsor di Pistoia Basket 2000.
Per sancire questo nuovo rapporto, all'interno della sede della gestione di Agliana, è stato presentato Lafayette L.J. Peak jr, classe 1996, campione del mondo under 19 con la nazionale USA, nuovo talento della squadra di Pistoia, con un probabile futuro in NBA...

 

Lunedì 1 ottobre 2018

Comune di Milano, l'appalto vending all'uno per mille di utile netto...

C'è sempre da imparare dalla lettura degli affidamenti in concessione del servizio di somministrazione di alimenti e bevande mediante distributori automatici, sopratutto da uno dei più attesi del periodo, quello del comune di Milano, pubblicato a metà agosto sul sito dell'amministrazione comunale (clicca qui).
Il valore stimato della concessione è di 7,75 milioni di euro (IVA esclusa) per 5 anni, c'è un canone fisso di 450 euro a distributore più un rimborso spese forfettario per consumo di acqua e energia elettrica di 170 euro. Il criterio di aggiudicazione si basa sull'offerta economicamente più vantaggiosa, calcolata sulla percentuale di canone di concessione (Royalty) a base di gara soggetta a rialzo del 3% del fatturato annuo. I prezzi sono fissi: caffè a chiave 0,31 e acqua 0,36...
Viene allegato anche un conto economico previsionale, che mostra chiaramente come l'appalto sia in perdita per i primi tre anni e poi, nei 2 anni successivi, generi un piccolo utile. Alla fine dei 7.750.000 euro di fatturato previsti, restano al gestore come utile netto circa 36.000 euro, lo 0,5% del fatturato in 5 anni. L'uno per mille all'anno... Ma questo solo e soltanto se le royalties restano al 3%. Se dovessero salire anche solo di mezzo punto durante l'asta, l'appalto andrebbe in perdita...
Ma siamo noi che sbagliamo a leggere i numeri o sono tutti davvero impazziti?

Il distributore di prodotti hi-tech entra all'Università Cattolica di Milano...

ARetail, una start up nata nel Polo Tecnologico di Pordenone, ha messo insieme l'esperienza di diverse aziende come Nuova Pordenonese Bevande e Pardgroup per lanciare il progetto di una vending machine di articoli hi-tech quali powerbank, carica batteria, auricolari e accessori per telefonini. Non è certo una novità assoluta, ma tutte le esperienze precedenti erano state confinate agli aeroporti e non certo in locazioni come un Università, abituate al solo vending tradizionale.
Queste macchine inoltre possono offrire un'esperienza multicanale, ovvero permettono l'acquisto anche sul canale online tramite monitor touch-screen. Insomma, quello che non c'è all'interno si può acquistare anche online tramite la macchina stessa e magari ritirandolo sempre dalla macchina all'indomani del rifornimento.

 

 

VAI AI GOSSIP DI SETTEMBRE 2018

Art&Works S.r.l. Via Marcantonio Colonna 15 - 20149 Milano - Italia - tel +39 0248958566 P.I.04234310961