GOSSIPRISPOSTECOMMENTICHI SIAMOAVATARPRIVACY
   
 

Martedì 20 novembre 2018

Sugar tax > Matteo Salvini affossa la tassa sulle bevande...

Il Governo litiga su come spendere i soldi in entrata da una tassa sullo zucchero (10 centesimi al litro), inizialmente ideata per coprire l'esclusione del regime Irap per le partita Iva fino a 100 mila euro. Il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti ha infatti dichiarato in una intervista a Repubblica che: "utilizzeremo la 'sugar tax' per trovare i 100 milioni che servono all'università e incrementeremo il Fondo ordinario"...
Peccato che nelle stesse ore Matteo Salvini abbia bocciato senza mezze misure questo ennesimo balzello: "Non è questo il momento di nuove tasse - ha dichiarato il vicepremier - è una questione educativa ma non è il momento di tassare ulteriormente i consumi."
Staremo a vedere, ma sembra proprio che l'emendamento pentastellato sulla sugar tax abbia vita decisamente breve...

L'Antitrust dovrà rideterminare le sanzioni contro le big four per la gara Consip...

Il Tar del Lazio ha stabilito che l’Antitrust dovrà rideterminare la multa da 7,6 milioni inflitta a novembre 2017 a KPMG per una intesa restrittiva della concorrenza relativa a una gara Consip da circa 66 milioni di euro.
Secondo l’Autorità garante della concorrenza, KPMG - insieme a Deloitte, Ernst&Young e PWC - avrebbe costituito un cartello per spartirsi la gara bandita da Consip per affidare i servizi di supporto e assistenza tecnica alle Pubbliche Amministrazioni per l’esercizio e lo sviluppo della funzione di sorveglianza e audit dei programmi co-finanziati dall’Unione Europea. L’Antitrust aveva inflitto alle società di revisione e consulenza coinvolte nella vicenda sanzioni per oltre 23 milioni. Anche Deloitte, Ernst&Young e Pwc hanno impugnato le sanzioni.

Un PMI day in SpecialCoffee

Il 16 novembre si è svolto il PMI DAY - INDUSTRIAMOCI (la Nona Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese promossa da Confindustria), dedicato da SpecialCoffee ai giovani del territorio, agli studenti della classe terza media di Dubino (SO). Aprendo le porte agli studenti, la torrefazione ha mostrato loro come si svolge l’attività produttiva e li ha accompagnati in un viaggio alla scoperta dell’affascinante mondo del caffè, dalla piantagione fino alla tazzina, ma soprattutto li ha portati a diretto contatto con il mondo e i valori della PMI.
Per SpeciaCoffee è molto importante diffondere la conoscenza delle realtà produttive del territorio, far conoscere e apprezzare l’attività imprenditoriale, far toccare con mano imprese di eccellenza, specialmente alle giovani generazioni che stanno affrontando scelte decisive per il proprio futuro scolastico e lavorativo.
Raccontando una storia imprenditoriale di successo, si racconta la storia di una famiglia, fatta di vita in azienda, di sogni e conquiste, di sfide affrontate e di progetti futuri, di produzioni e innovazioni, di dare sostanza ai valori e di creare valore per crescere, di competenze che dettano il “fare impresa” e il “made in Italy” (tanto apprezzato nel mondo) e, ultimo ma non per ultimo, di responsabilità verso la società ed il territorio...

Lunedì 19 novembre 2018

Avviso ai naviganti > La proroga dell'iperammortamento nel 2019 non è scontata

Ci arrivano diversi messaggi in redazione che fanno intendere che molti gestori diano per scontata anche nel 2019 una proroga dei benefici dell'iperammortamento. Non è così, la Legge di Bilancio sarà approvata a fine dicembre (entro il 31) e ogni giorno vengono comunicati modifiche e aggiustamenti, anche in funzione della nota bocciatura della UE.
Lo stesso governo "gialloverde" continua a litigare, quindi c'è anche un problema di stabilità politica.
Perciò chi ha intenzione di approfittare dei vantaggi fiscali dell'iperammortamento, deve sbrigarsi perché la scadenza si avvicina e mancano pochi giorni al 31 dicembre 2018, data ultima possibile per usufruire del beneficio...

L'ultima trovata del Movimento 5 Stelle, la tassa sulle bevande zuccherate...

La Commissione Finanze ha dato il via libera ad un emendamento alla Manovra del Movimento 5 stelle, sostenuto anche da numerosi esponenti della Lega, che prevede di tassare le bevande zuccherate. Le motivazioni sono davvero preoccupanti. La misura non nasce per un discorso legato a problemi di obesità infantile o di salute pubblica, ma per coprire l'esclusione del regime Irap per le partita Iva fino a 100mila euro. Tradotto in poche parole "abbiamo bisogno di soldi e li prendiamo in quei settori che l'opinione pubblica non considera molto popolari. Pazienza se vi va a tassare un'industria già in difficoltà e che genera valore e occupazione, l'importante è non fare brutta figura con l'elettorato".
Se passa questa modalità d'intervento, il vending è a rischio, perché se servono altri soldi li cercheranno anche dalle nostre parti, basterà qualche affermazione sul cibo spazzatura nelle scuole e l'elettorato è salvo...

IVS > i numeri al 30 settembre 2018, cresce il prezzo medio a 47,75 centesimi..

E' stato pubblicati sul sito di IVS Group il Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2018. Come ne pubblichiamo uan sintesi:
- Fatturato consolidato pari a Euro 321,5 milioni, in crescita del 5,9% rispetto a settembre 2017.
- EBITDA Adjusted 1 Euro 70,1 milioni, in aumento del 1,9% rispetto al 30 settembre 2017, con un’incidenza sul fatturato pari al 21,8%. EBIT Adjusted: Euro 37,0 milioni, in aumento del 2,8% rispetto ad Euro 36,0 milioni del 30 settembre 2017.
- Utile netto di Gruppo +33,0%, pari a Euro 18,6 milioni dopo utili di terzi per Euro 1,1 milioni.
- Utile netto adjusted, pari a Euro 19,8 milioni, +20,4% da Euro 16,5 milioni a settembre 2017, dopo gli utili di terzi.
- Perfezionate 8 nuove acquisizioni in Italia e Francia, per un valore di circa Euro 14,0 milioni.


Il numero di erogazioni totali nel periodo è stato pari a 619,5 milioni, da 597,5 del 2017 (+3,7%). Il prezzo medio delle erogazioni è salito ad Euro 47,45 centesimi, da Euro 46,88 centesimi dell’analogo periodo 2017 (+1,2%).


 

Venerdì 16 novembre 2018

Benefici fiscali dell'iperammortamento > Che fine fanno i soldi di IVS?

Durante gli Stati Generali di Roma, molti operatori della filiera si sono chiesti il motivo di una frase sibillina di Antonio Tartaro, A.D. di IVS. Mentre confermava alla platea che la sua azienda aveva usufruito in maniera importante del beneficio fiscale dell'iperammortamento, ha aggiunto: "poi vedremo cosa farci con questi soldi..."
Ebbene ieri sera, a mercati chiusi, sono usciti i numeri dei terzo quarto di IVS (ne parleremo lunedì) e viene esplicitamente scritto che oltre 19 milioni di euro di investimenti hanno beneficiato delle norme previste dall'industria 4.0 e che IVS si aspetta un beneficio di oltre 1 milione di euro all'anno per i prossimi 8 anni. Nello stesso documento si specifica che nel periodo sono aumentati sensibilmente i ristorni, volti a difendere la base distributori installata a dispetto del margine percentuale...
Ci viene quindi naturale pensare: "ecco dove sono finiti i soldi del beneficio...". IVS è l'unica ad aver già usufruito dell'iperammortamento e se decide (come sembra abbia già fatto negli ultimi mesi) di riversare questo vantaggio per ora esclusivo sul mercato, son dolori per tutti. Non sarà scacco matto, ma poco ci manca...

Iperammorizzate gente, iperammortizzate...

ARD sorpreso a fumare nel cortile di un liceo viene sanzionato dai Carabinieri del NAS

E' vero che ormai le motivazioni per appioppare qualche multa al vending sono tra le più strane, ma questa ci mancava. Un ARD stava fumando una sigaretta all'esterno di un liceo di Pescara ed è stato intercettato dai Carabinieri del Nas che erano intenti a fare dei controlli nell'istituto. I militari hanno contestato all'operatore vending che anche il cortile è un'area di pertinenza del Liceo e quindi c'è il divieto di fumare. Oltre alla sanzione, i Carabinieri hanno deciso di estendere il controllo anche alla gestione per cui lavorava, tanto per non sbagliare...

EVEX Live> le prime foto in arrivo da Siviglia...

Stanno giungendo alla nostra redazione le foto LIVE da Siviglia di EVEX (European Vending Experience), l’evento europeo della distribuzione automatica che lo scorso anno aveva fatto tappa a Roma. L’evento è organizzato da EVA e ANEDA presso l’Hotel The Barcelò Sevilla Rinascimiento... Ecco un primo breve reportage.



 

Giovedì 15 novembre 2018

Tempi duri per i negozi automatici, il decreto Minniti darà super poteri ai sindaci...

Avvisiamo i molti gestori che hanno investito in negozi automatici che sono state approvate dal Senato diverse correzioni al decreto sulla sicurezza delle città (il cosiddetto Decreto Minniti) che estendono i poteri di ordinanza dei sindaci nel limitare gli orari di vendita e aumentano le risorse a disposizione dei Comuni per potenziare le iniziative in materia di sicurezza urbana. In pratica i sindaci delle città avranno ampio spazio di manovra nel limitare le aperture al pubblico dei negozi automatici, adducendo come motivazione la pubblica sicurezza. Un potere che siamo sicuri sarà ampiamente esercitato...

Curiosità > il distributore di snack agli insetti riscuote molto successo in Giappone...

Il distributore automatico di insetti non è una novità per il mercato italiano, visto che ci sono stati diversi esempi, alcuni tuttora operativi, in alcuni centri di pesca sportiva. Purtroppo quelli in Giappone non sono dedicati ai pesci (come esca) come quelli nostrani, ma sono orientati al consumo umano...
Il distributore giapponese infatti vende snack a base di cavallette al cioccolato e tavolette proteiche al gusto di grillo... La cosa strana è che nella sola prima settimana dalla messa in funzione della macchina, le vendite hanno raggiunto gli 80mila yen, poco più di di 620 euro... Per qualche grillo e un paio di cavallette insaporite al cacao non ci sembra un cattivo affare...

 

Mercoledì 14 novembre 2018

La gara a procedura aperta presso l'azienda ASL ROMA 2...

Siamo sinceri, è da marzo che sentiamo insistentemente parlare di questo appalto vending, 166 macchine allocate presso l'ASL Roma 2 (ben sei distretti della capitale). A fine luglio era stato comunicato l'elenco delle sei gestioni ammesse: 3 grandi gruppi, 2 operatori locali e il solito "mensaiolo"...
Visto che in molti ci chiedevano novità e il nome del vincitore, finalmente sono arrivate le prime voci... Ebbene sembra proprio l'abbia spuntata un piccolo operatore, pur se circondato dai grandi big dell'area... Come di consueto però il prezzo della vittoria sembra essere stato davvero molto alto. Vi terremo informati appena avremo altre conferme...

Illy > Le grandi manovre del private equity sull'impero triestino...

La famiglia Illy (4 fratelli e la madre) ha sempre smentito ogni voce di vendita del gruppo, rifiutando anche nei fatti le advance di molti potenziali compratori. Però le necessità strategiche dei grandi torrefattori sono chiare a tutti e hanno come prima regola: per competere bisogna essere davvero grossi. I 467 milioni di fatturato del 2017, non sono certo sufficienti per competere in un mondo dove persino torrefazioni 4 volte più grandi sono costrette a crescere per non finire per essere a loro volta comprate.
Il passo di accordarsi con la tedesca JAB per distribuire le capsule compatibili Nespresso è stato un primo segnale e ora le voci (Carlo Festa "Il Sole 24Ore") insistono su soluzioni che vedono entrare in scena anche il private equity.
Pare infatti che siano sotto esame manifestazioni d'interesse di Fondi di investimento, che si sarebbero detti pronti a investire in minoranza nella Illy caffè con un orizzonte temporale di medio lungo termine e una strategia paziente.
Si attendono nuovi sviluppi... Vi terremo informati.

Focus Live > Fruittella, la caramella su misura...

Si è da poco conclusa presso il Museo della Scienza e della Tecnica di Milano un'iniziativa di Perfetti Van Melle attraverso al quale i bambini, ma anche gli adulti, potevano imparare a fare con le proprie mani una Fruittella! Nell'ambito di Focus Live, “Il festival che ti porta nel futuro” organizzato dalla rivista Focus, si poteva fare anche questa esperienza straordinaria: creare l’impasto della caramella, aggiungere aromi e colori, ovviamente tutti naturali, scaldarla e darle la forma desiderata usando la propria fantasia. Ovviamente poi si poteva mangiare la propria creazione o portarsela a casa per condividerla in famiglia.

Martedì 13 novembre 2018

Gruppo Illiria intraprende il percorso del programma Elite (Borsa Italiana)...

Ieri ed oggi, presso la sede di Borsa Italiana a Milano, Gruppo Illiria è stata ospite di Elite Group per la presentazione ufficiale. Gruppo Illiria infatti ha deciso di intraprendere il percorso del programma ELITE, per primi in Italia fra le aziende che si occupano di vending. ELITE è un programma internazionale di supporto alle imprese in rapida crescita che combina training, tutoraggio e accesso a fonti di finanziamento alternative. Un programma completo per imprenditori e manager che stimola la revisione e il cambiamento organizzativo per supportare le imprese nella realizzazione dei loro progetti di crescita. Oltre 900 aziende eccellenti hanno aderito al programma e accettato la sfida di rappresentare la vetrina delle migliori aziende del proprio Paese. ELITE si rivolge alle migliori aziende italiane e internazionali con un programma che le aiuta a tracciare la rotta verso il successo:
- le affianca in un processo unico di cambiamento culturale e organizzativo
- le avvicina ai mercati di capitali
- migliora i rapporti col sistema bancario e imprenditoriale
- facilita l’internazionalizzazione e la visibilità.

Comune di Milano > si intensificano i rumors sull'appalto da circa 8 milioni di euro...

Settimana intensa per Fantavending sul fronte delle concessioni vending. Tra i molti commenti in arrivo sul tema spicca senz'altro il Comune di Milano, per alcuni nostri lettori un vero e proprio spartiacque concorrenziale tra grandi gestori. In Aree Risposte abbiamo pubblicato una selezione di messaggi arrivati al sito...

Ricerche > la tassa sullo zucchero non riduce il consumo delle bibite dolci...

Un importante studio condotto a Singapore e pubblicato sull’International Journal Behavioral Nutrition and Physical Activity, ha studiato l’effetto di una tassa sullo zucchero applicata alle bibite dolci all’interno in un distributore automatico in un campus universitario. Gli studiosi hanno creato tre diversi scenari: uno in cui si indicava il sovrapprezzo delle bibite dolci a causa di una tassa sullo zucchero, uno in cui veniva indicato il minor prezzo delle bibite senza zucchero dovuto a un incentivo e un terzo di controllo senza alcun messaggio. Quanto si è osservato è stata la mancanza di differenze significative nel comportamento d’acquisto, con una percentuale di bibite dolci acquistate sempre attorno al 50%.
Secondo i ricercatori ci sono quindi brutte notizie per i paesi in cui la tassa sullo zucchero è diventata legge. E' una misura poco efficace...

Lunedì 12 novembre 2018

Save OCS > Nespresso festeggerà i suoi 20 anni italiani in edicola...

Nel 2019 Nespresso festeggerà i suoi 20 anni in Italia. Nel '99 infatti aveva aperto in Piazza San Babila a Milano la prima delle sue attuali 66 boutique. Saranno molte le iniziative per celebrare la ricorrenza e Stefano Goglio, direttore generale Nespresso, ha raccontato ad Italia Oggi le nuove sfide del marchio Nestlé.
Tra queste spicca senz'altro la distribuzione del prodotto in ben 3.200 edicole in 103 città, nonché in molti punti automatici all'interno dei Media Word...
GRande attenzione anche sul riciclo delle capsule in alluminio. Si punta a raggiungere il 100% (adesso la capacità di raccolta è del 92%)...

Mondo manager > Il Direttore Finanziario di Lavazza passa in Autogrill

Autogrill ha annunciato che Camillo Rossotto sarà nominato direttore generale corporate del gruppo, nuova figura a cui faranno capo l’amministrazione, la finanza, il controllo e i business services, a diretto riporto dell’AD e DG Gianmario Tondato Da Ruos.
Il manager vanta una lunga e significativa esperienza sia a livello internazionale sia nel food & beverage. Classe 1962, torinese con una laurea in Scienze Politiche all’Università di Torino e MBA alla New York University, Stern School of Business, Rossotto ha lavorato in Barilla come Direttore Finanziario, nel gruppo FCA come Direttore Finanziario di Fiat Auto e poi CFO di CNH Global NV con base a Chicago, e quindi in Rai come CFO, dove ha gestito il processo diquotazione di Rai Way, società di cui è stato Presidente. Dal gennaio 2016 Rossotto ha ricoperto il ruolo di CFO di Lavazza.

Video > Stati Generali del Vending a Roma

200 imprenditori hanno partecipato a Roma, presso la sede di Confcommercio–Imprese per l’Italia, alla settima edizione degli “Stati Generali del Vending 2018”, l’evento annuale organizzato da Confida e dedicato alle aziende del comparto della Distribuzione Automatica. Ecco il video pubblicato sul sito di Confida (CLICCA QUI)

 

Venerdì 8 novembre 2018

Stati Generali di Roma > la fase a regime dei corrispettivi sarà solo software...

Si allontana una delle grande paure del vending italiano: la fase due dei corrispettivi (quella a regime in partenza per legge dal primo gennaio 2013) gestita a livello hardware, attraverso un costoso "accrocchio" da inserire in 800.000 macchine... Infatti i risultati presentati a Roma dall'Agenzia delle Entrate sull'inizio della fase uno dei corrispettivi sono confortanti, tanto che se il trend continuerà così nei prossimi mesi/anni, pare certo che si rimarrà all'attuale rilevazione software.
Il cuore della questione è legato ad un solo fattore, la qualità del dato che l'AdE riceve dai gestori, giù in chiaro miglioramento dopo un inizio piuttosto difficile. Se spariranno le rilevazioni negative, ormai confinate ad uno 0,4% sul totale e si puliranno ancora di più le trasmissioni errate (scese dal 18 al 5%), non c'è alcun motivo perché lo Stato non si dichiari soddisfatto del metodo di rilevazione attuale e quindi lo confermi anche per la fase a regime...

Approfondimenti > Verso una nuova e "sempre" legittima difesa...

Un argomento che ha sempre suscitato grande interesse tra gli operatori del vending, è quello della legittima difesa. Lo scorso 24 ottobre, il Senato ha approvato in prima lettura ed a larga maggioranza (195 favorevoli, 52 contrari ed un astenuto) il D.D.L. n. 5 che ne ridisegna i confini e abbiamo quindi deciso di pubblicare un ottimo contributo a firma dell'avvocato Valentina Romagnoli di ADR (Advising Development Restructuring).
Tra i punti salienti della riforma, viene esclusa la punibilità nei confronti di coloro che, all’atto di difendersi, si siano trovati in stato di grave turbamento derivante dalla situazione di pericolo in atto...
Per leggere l'interessante approfondimento nella sua versione integrale CLICCA QUI (PDF)

Covim > Bere il caffè espresso italiano è un gesto di integrazione. Un articolo di Mixità

Etnocom è la prima e unica agenzia di comunicazione etnica in Italia. Dal 2006 studia gli stili di vita e di consumo degli immigrati, etnia per etnia, città per città, per offrire alle Aziende e alle Istituzioni un nuovo target di consumatori. Mixità, il loro magazine, ha pubblicato un interessante articolo sul consumo di caffè espresso in Italia (clicca qui), incentrato sulla campagna comunicazionale multietnica di Covim.
“Il payoff ‘Espresso Life’ - dice a Mixità Claudio Picci, A.D. di Covim - contenuto nel nostro logo, è un tributo alla cultura del caffè e a chi ne condivide l’importanza e la sua positiva incidenza nella vita di tutti i giorni. Noi ci rivolgiamo ad una comunità integrata che si riconosce in alcuni valori, senza alcuna distinzione tra origine nazionale o straniera”

 

Giovedì 8 novembre 2018

Stati Generali Roma > ottime notizie per il vending (corrispettivi e iperammortamento)

Si sono appena conclusi a Roma i lavori degli Stati Generali del Vending e ci sono ottime notizie per il settore su tutti i tre temi trattati durante questo importante incontro con le Istituzioni: corrispettivi, plastica monouso e iperammortamento.
Nei prossimi giorni esamineremo con calma e con dovizia di particolari gli interessanti spunti emersi durante questa giornata (un reportage integrale sarà presente anche su D.A. Italia di dicembre), per ora li citiamo solo in estrema sintesi.
CORRISPETTIVI VENDING
Molto positivi i dati dei master censiti fino ad oggi: siamo a quota 838.000, un numero che conferma la capillarità della diffusione dei distributori automatici in Italia. In forte diminuzione le trasmissioni errate e in via di estinzione i dati del venduto negativi, che tanto preoccupavano l'Agenzia delle Entrate (e quindi i gestori).
I controlli al settore saranno in primo luogo concentrati sulle macchine abusive e ancora non censite.
PLASTICA MONOUSO
Anna Cinzia Bonfrisco, Senatore della Repubblica e Membro della Commissione Politiche dell'Unione Europea, si è detta pienamente disponibile ad accogliere le istanze del vending sul tema. Un'importante sponda istituzionale per le future politiche di lobby in Italia.
IPERAMMORTAMENTO
Il tema che ha suscitato maggior dibattito all'interno della platea. Marco Calabrò, Dirigente Direzione Generale Politiche Industriali del Ministero dello Sviluppo Economico, ha dato maggiori dettagli sull'interconnessione alle macchine indispensabile per ottenere il beneficio fiscale. Per il MISE è sufficiente che le macchine siano predisposte e realizzino una trasmissione bidirezionale, punto. Cosa poi l'azienda ci faccia con questi dati non è materia normata e quindi non è uno dei presupposti per ottenere l'iperammortamento. L'esempio fatto è lampante (abbiamo la registrazione audio!), una macchina deve essere in grado (ad esempio) di cambiare i prezzi, ma se il gestore lo vuole continuare a fare manualmente con un intervento diretto di un tecnico, lo può fare. In fase di accertamento conta solo che lo possa effettivamente realizzare da remoto...

Chiude lo stabilimento di Novi della Pernigotti. Addio ad un pezzo di storia italiana?

La Pernigotti, storico marchio di Alessandria fondato nel 1860, chiude il suo stabilimento di Novi, lo ha deciso la proprietà turca. E' l'addio di un pezzo della storia dolciaria italiana che porterà a circa 100 licenziamenti.
Pernigotti era presente da anni anche nel vending e stava investendo sempre di più nel canale, era infatti presente anche all'ultima edizione di Venditalia.
La drastica decisione di chiudere la fabbrica è stata annunciata ieri dagli esponenti turchi dell’azienda. Ad Alessandria è già partita la mobilitazione, che non accetta di perdere un patrimonio di storia e tradizione. Domani è previsto un presidio di sindacati e lavoratori davanti ai cancelli della fabbrica e un incontro con il sindaco di Novi.
Il marchio resterà sul mercato, anche se non è chiaro dove sarà spostata la produzione (probabilmente in Turchia). Vi terremo informati...

 

Mercoledì 7 novembre 2018

Competitive Data > Cialde e Capsule per Caffè in Italia...

Anche quest'anno Competitive Data ha pubblicato un'analisi dettagliata dello scenario competitivo del mercato delle cialde e capsule da caffè. Ecco una sintesi dello studio.

Il mercato ex fabrica di cialde e capsule per caffè è pari a 857 milioni di euro nel 2017, con al suo interno l’area di affari famiglie (dettaglio alimentare, porta a porta, boutique, coffee specialist, fax, numero verde, e-commerce aziendale) che cresce del +7,7% a volume. Giocano un ruolo sempre più importante nella crescita del segmento capsule speciali le vendite veicolate attraverso negozi specializzati ed una moltitudine di altre attività non direttamente collegate al caffè.
Cresce del +6,1% a volume la vendita di caffè monoporzionato nell’area business, dove Il canale OCS tradizionale flette del -3,8%, le vendite tramite internet crescono del +37,5%, quelle nel canale Horeca crescono del +7,7% .

La concorrenza di prezzo all’interno del segmento delle capsule compatibili è sempre più aspra, e sta riproponendo nella Grande Distribuzione Alimentare le dinamiche che si sono osservate negli anni passati sui portali e marketplace on line. Anche le aziende più riluttanti all’utilizzo della leva prezzo hanno dovuto cedere, ed adeguarsi all’aumentata competizione sullo scaffale, recuperando, o quantomeno invertendo la tendenza all’erosione dei volumi degli anni precedenti. I principali sistemi proprietari perdono quasi tre punti percentuali a volume tra il 2016 ed il 2017, con una market share aggregata che dal 52,9% del 2016 è passata al 50,0% del 2017, e corrisponde alle quote a volume guadagnate dai principali operatori attivi nelle capsule compatibili.
Tutti i sistemi proprietari più diffusi hanno rallentato le crescite degli anni passati. Ciò è dovuto alla diffusione delle loro capsule compatibili in ogni possibile contesto in cui sia possibile commercializzarle, e sempre più spesso da operatori estranei alla filiera del caffè. Competitive Data, grazie allo sfruttamento dei big data, ha contato oltre 6.000 attività dedite alla rivendita di cialde e capsule, per oltre 270 codici Ateco coinvolti.

Multicanalità e multisistema è il paradigma a cui le aziende stanno convergendo per sfruttare tutte le opportunità di un business che sta evolvendo molto in fretta, e non a caso le due parole sono interconnesse perché per essere presenti su tutti i canali bisogna avere in portafoglio anche le capsule compatibili con i sistemi più diffusi. Tutti i principali player, anche quelli più restii, hanno compreso che è questa la strada da seguire per far fronte agli attacchi di una concorrenza che aumenta di numero e tipologia, e per poterla realizzare si moltiplicano sia le collaborazioni industriali tra aziende specializzate in sistemi e/o merceologie specifiche, sia quelle distributive per rendere ancora più capillare la distribuzione dei sistemi in portafoglio.
Gli ancora ampi margini di crescita del mercato stanno spingendo i fondi d’investimento italiani ed esteri ad investire sulle aziende con le prospettive di crescita più rosee e solido vantaggio competitivo.

Lo studio completo è consultabile all'indirizzo: www.competitivestore.it/caffe-monoporzionato

Comunicato stampa > Campagna promozionale straordinaria Coges

Coges annuncia una nuova campagna di rottamazione per incentivare l’evoluzione dei sistemi di pagamento nel vending. La promozione, valida solo fino al 14 dicembre 2018, ha come oggetto il sistema Coges Engine Plus e le piattaforme Pay4Vend e Nebular, con importanti riduzioni sul prezzo di acquisto dell’hardware ed un intero anno gratuito sulla sottoscrizione di un contratto per i servizi software integrati.

Per leggere il Comunicato Stampa integrale CLICCA QUI

 

Martedì 6 novembre 2018

Pesaro > Tetto sfondato con le mazze per rubare tutte le monete di una filiale...

Non ci sono solo i furti alle macchine a preoccupare i gestori, ma anche quelli all'interno delle loro sedi, purtroppo sempre più frequenti. Nella notte tra giovedì e venerdì scorso è capitato alla filiale pesarese di un noto gruppo di gestione. I ladri hanno sfondato il tetto a colpi di mazza e poi si sono calati all'interno della struttura dove sono riusciti a portare via tutti i soldi in moneta presenti in sala conta. Secondo fonti investigative il bottino sarebbe ingente. La dinamica del furto fa pensare a dei professionisti che sapevano come e dove colpire...

Giro di vite sui distributori di cannabis. 23 euro di multa ad un gestore...

Si era capito che il clima stava decisamente cambiando nei confronti dei distributori di cannabis light. Si sono infatti  intensificati in tutta Italia i controlli, soprattutto sul rispetto delle limitazioni legate alla maggiore età. A Campobasso, ad esempio, è stata irrogata una sanzione di oltre 23.000 euro perché non erano inseriti i prescritti limitatori di vendita che impedissero l’acquisto di prodotti a base di cannabis e bevande alcoliche a minori di anni 18. Nel distributore in questione infatti era anche presente una birra alcolica, tra l'altro venduta in orario non consentito (dalle 00.00 alle 06.00). Al di là del singolo episodio, appare però sempre più evidente che questi esercizi commerciali sono nel mirino delle autorità...

Titolo IVS > Per Kepler Cheuvreux è un BUY, con target price di 13,70 euro...

Il titolo IVS Group SA, oggi in area 10,30 euro, per alcuni analisti è previsto in crescita del 30%. Il noto broker Kepler Cheuvreux consiglia infatti di acquistare il titolo del gruppo bergamasco con una raccomandazione buy e un target price di 13,70 euro. Le motivazioni che spingono a questa decisione sono da ricondurre al dinamismo dell'azienda dei distributori nel campo delle operazioni di acquisizione e di possibili nuove transazioni...

Anche noi di Fantavending, nel nostro piccolo, crediamo che il 2019 sarà un anno piuttosto intenso per IVS in materia di acquisizioni. Vi terremo informati...

 

Lunedì 5 novembre 2018

Obbligo prodotti senza glutine nei distributori. La proposta di Legge della Lega...

Rendere obbligatoria la presenza di prodotti per celiaci in tutti i distributori automatici installati nei luoghi pubblici è uno dei punti cardine di una proposta di legge presentata alla Camera da tre deputate della Lega, che chiedono di modificare la legge 4 luglio 2005, n. 123, sulla protezione dei malati di celiachia. La proposta vuole uniformare su tutto il territorio nazionale la possibilità di acquistare i prodotti gluten free.
"Ad oggi, afferma la prima firmataria della proposta, non è previsto che nei menu sia obbligatorio avere piatti gluten free, e questo avviene anche in aeroporti, stazioni, bar e distributori automatici dentro gli ospedali, scuole o università, servizi ristorazione nei treni o sugli aerei. Vogliamo sanare questa mancanza per dare una qualità di vita migliore ai celiaci, consentendo loro di avere un pasto garantito ovunque si trovino"
.

Peculato vending > Chiesta archiviazione per arcivescovo di Catania

Vi avevamo promesso aggiornamenti sulla spinosa questione che aveva coinvolto questa estate l'Opera Diocesana Catanese, accusata di essersi appropriata di un contributo a titolo di rimborso delle spese di energia elettrica a fronte dell'istallazione di distributori automatici per complessivi 3.500 euro.
La Procura di Catania ha chiesto l'archiviazione per l'arcivescovo etneo Salvatore Gristina e monsignor Alfio Santo Russo, il primo nella qualità di presidente del Cda dell'Opera diocesana catanese per il culto e la religione (Odccr), il secondo nella vesti di presidente del Cda dell'Opera diocesana assistenza (Oda), finiti sotto inchiesta per peculato.
Rimangono indagati (secondo quando scritto dal quotidiano 'La Sicilia' di Catania), con l'ipotesi di appropriazione indebita aggravata in concorso, l'amministratore delegato dell'Oda, e la segretaria particolare della fondazione.

Schweppes > Tonica Zero è da oggi disponibile nel formato in lattina da 0,33

Schweppes, le bollicine per antonomasia fin dal 1783, da sempre attenta alle esigenze dei consumatori, lancia Tonica Zero anche nel pratico formato in lattina da 0,33.
La capacità di Schweppes di anticipare i bisogni dei drink lovers è resa più evidente anche dalla scelta di sperimentare sempre nuovi trend, come quello del food pairing: concetto che si basa sull’associazione di due o più alimenti a seconda del loro composto molecolare, nonché aromatico. Negli ultimi anni, il concetto classico di food pairing si è evoluto ed è passato dall’abbinamento fra due cibi, alla sincronia perfetta tra food e drink, diventando materia particolarmente apprezzata dai bartender. Schweppes ha “sposato” la nuova frontiera del food pairing perché perfettamente in linea con la sua scelta di utilizzare ingredienti diversi che insieme creano il mix ideale a provocare nel consumatore una nuova esperienza sensoriale.

 

VAI AI GOSSIP DI OTTOBRE 2018

Art&Works S.r.l. Via Marcantonio Colonna 15 - 20149 Milano - Italia - tel +39 0248958566 P.I.04234310961